CAFFE' E SALUTE: Consumo regolare riduce rischio suicidio

Due caffè al giorno riducono il rischio di depressione e soprattutto quello di suicidio. A renderlo noto è stato uno studio della "Harvard School of Public Health", condotto dal dottor Michel Lucas e pubblicato sulle pagine del "The Journal World of Biological Psychiatry".

 Che il caffè tenesse facesse bene alla salute e tenesse alla larga il rischio di depressione, naturalmente solo se assunto in quantità moderate, era già un fatto noto, ma questa volta i ricercatori hanno voluto fare un passo in avanti, e scoprire se alla base di questo potere vi fosse proprio la caffeina contenuta nella famosissima bevanda.

Durante la loro ricerca, che ha coinvolto un vastissimo campione di più di duecento mila volontari, è stata presa in considerazione l'assunzione di caffeina derivante non solo dal caffè, ma anche dal cioccolato, dal tè e dai dolci. I ricercatori hanno quindi analizzato alimentazione, stile di vita e condizioni psicofisiche dei volontari, esaminando in particolar modo il legame che intercorre fra la caffeina e il suicidio. I casi di suicidio sono stati 277 durante il periodo di follow up, ma sarebbe emerso che il rischio, per chi consumava buone o moderate quantità di caffè (ovvero circa 2 o 4 tazze al giorno), fosse addirittura dimezzato. Il legame fra caffeina e riduzione del rischio di suicidio potrebbe essere dovuto in primis al fatto che essa agisce nella stimolazione del sistema nervoso, ma grande importanza riveste senza dubbio la produzione degli ormoni dopamina, noradrenalina e serotonina, i quali – come molti di voi sapranno – sono collegati a una maggiore sensazione di benessere psico-fisico